Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:10.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
line-height:115%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-language:EN-US;}

 

ALZAVI LE BRACCIA COME ALI

 

(Bricolage Collage)

 

 

scalarinipensierocomprekt0G.Scalarini (dal blog il trenoavapore)


 

Voi che posate già sull’altra riva,

immuni dalla gioia, dallo strazio,

parlate, o morti, al pellegrino sazio!

 

 

Alzavi le braccia come ali… 

 

A. WHAROL - MARYLIN

da te nasce quel soffio misterioso 

che ti trasfigura in altra bellezza

 

lo sai: debbo riperderti e non posso

in questo paese di ferrame e abusive

alberature di cemento e ondulari

l’inferno è certo ma per tanti

è paradiso senza ali

 


Vortice, 1914_small

Ancora un anno è bruciato

senza un lamento senza un grido

e ogni giorno che passa

è un ricordare brullo

nell’ombra che c’invita

 

ma tu ne ritrovi la traccia

in quei dolci tacchi battuti sul cuore

 SEVERINI 2


   ora  i pontili deserti scavalcano le ondate

la brigata dispersa si raccoglie

si conta dopo queste mareggiate

 

ed io piangevo

il più dinoccolato di loro è scivolato

giù dal muretto ed ha urlato

“La guerra!”

 

 Flight of the Swallows, 1913_small

 


…il sogno non porta ai Mari del Sud…

 

camminiamo una sera

sul fianco d’un colle

in silenzio …

 

SEVERINI 1

sono ali d’uccello le tue braccia

mosse dal soffio misterioso

che mi conduce ai piedi dell’altare

 

dal tabernacolo il corpo di Cristo

muore di morta pietà di luna nera

 splendente nel centro del pallio

di sangue sparso ai margini dell’ombra

 

un coro di bimbi canta la tua bellezza

affondata qui ai piedi del tempio nuda

denudata d’ogni residua speranza….

 

…il sogno non porta ai Mari del Sud…

 

 

severini2

 a che serve la luce

se non a rischiarare le suggestioni

che c’illudono ed abbagliano

 di nuova poesia e quanto più è vana

essa mi accompagna nell’umile tempo

che mi è dato a capire che debbo riperderti

ancora una volta senza un lamento senza un grido

 

con il cuore cosciente

 

di chi sa che soltanto nella storia ha vita

e che dovrà con pura passione operare

 nel dopostoria anche perché il mito rinasca …

 

severini3

Nulla sappiamo noi oggi della morte

 ma ho fumato duecento sigarette

per non amarla quanto alibi

in fumo per non amare…

 

 Gouache Study, FUTUR, 1918_small

 

 le tue braccia come ali

si levano sulla sera che ci conduce

sui fianchi del colle dietro un altare

 d’aspersori e di turiboli

 

con essi

le vecchie ideologie risorgono

 dietro la porta chiusa

 

non dietro la tenda scostata…

 

Form-Spirit Transformation, 1918_small

agito la mano a carezzare

il coro dei bimbi che cantano 

della bellezza che fu…

 

…il sogno non porta ai Mari del Sud…

 

 

DE CHIRICO 4

Avanzo nel sonno  è intollerabile

 camminare sulle strade di ghiaccio

è passato un altro anno

la testa premuta sulle spalle

io contemplo il loro ritorno:

 

     giovani fantasmi – dai pontili deserti

brigata dispersa tra le sabbie

del tempo senza volto senza  storia

né storie da raccontare muti

silenziosi fantasmi schiacciati

sui vetri d’insulse taverne di porti

per viaggiatori cerimoniosi

 

li ho visti inabissarsi con te

dietro la tua bellezza sfuggente

c’erano tutti sulla spalletta

c’erano tutti e c’erano altri..

 

DE CHIRICO 3


li ho visti fuggire

li ho sentiti cantare.

Piangevano. 

Piangevo.

 

Il più dinoccolato di loro

è scivolato giù dal muretto

mi ha sorriso beffardo

 mi ha leccato una lacrima

 

ed è fuggito via

dissolto nella nebbia

nel bosco dei morti…

 

DE CHIRICO 1

Passava un carabiniere

io guardavo per terra

mi sono allontanato…

 

“La guerra!”

 

da una pagina spiegazzata

di giornale quella parola m’inseguiva

e nessuno m’ha richiamato indietro…

 

DE CHIRICO 2

 

ah ricreare il mondo

per quel coro di angeli

che canta vergine d’ogni disperazione

abbandonato nella luce!…

“la bellezza non ha sesso”

cantano ancora

e sono fuggito via

 

ah se il cuore

sapesse veleggiare come sai

tra gli azzurri arcipelaghi!

 

navigazione blu estivi giorni

sere dietro una tenda a larghe maglie

come una rete!

 

APOCALISSE - SEVERINI

Forse erano lì i fantasmi

che inseguivano la tua bellezza

e tutti lì ad uno ad uno dissolvevano

sfilando ai tuoi piedi come ciechi

brancolanti tra la folla del tempio…

 

…il sogno non porta ai Mari del Sud…

 

Abstract Speed - The Car Has Passed, 1913_small

Io rimango quassù

con una spia albanese

che fotografa torri e ciminiere

dalla vetta si scorge

     nelle notti serene –

il riflesso del faro lontano

 

la vita va vissuta via dal paese

si profitta e si gode poi quando si torna

si trova tutto nuovo”. Questo

mi ha detto la spia e non parla italiano..

 

Black and White Primavera, Spring, 1918_small

Buttato in un fosso l’ubriaco sorride

ai nuovi crociati intabarrati di stracci

e videogames –  lame che tagliano il buio –

 

brinda beffardo al loro capo stolto

 che li conduce con gaiezza al precipizio

 

“tornate indietro!”

 

urla dal fosso – inascoltato – l’ubriaco

con i becchini che vi s’affannano amorevoli

 il precipizio è lì e vi si gettano

con allegra frenesia….

 

 

Alberi Mutilati, 1918_small 

 

Ecco

la guerra è qui

ai margini del buio

in una luce che risplende per i ciechi

 viva permeante come un virus

è qui ed ha volto di fratelli senza volto…

 

premono sul cuore quei dolci tacchi a spillo

 

vi stillano gocce di sangue nero

rancido di giorni  persi in saluti

senza suono in lingue sconosciute

in parole mai incontrate…

 

severini3

E’ l’estremo silenzio

 

tra poco al tepore del sole

passeranno le macchine senza riposo

sveglieranno la polvere

ma non i fantasmi

da morte in vita

disfatti

in riva alla nuova babilonia…

 

Passerà la bellezza

in riva a questo sogno…

 

170px-Chirico_Osaka01s3200


tu

alzi le braccia come ali

che ti trasfigurano

in altra bellezza

Io

– povero tra poveri –

vivo ancora d’umilianti speranze

 

 

 

 Flight of the Swallows, 1913_small

 

 

“La guerra!” 

 

Risuona l’urlo

 dei non luoghi

di carta e d’illusione

 

E m’illudo d’esser fuori

dalla storia imbozzolato

in questo sogno…

 

 c’illudiamo d’esser fuori

dalla storia imbozzolati

in un sogno nuovo

 ma sempre antico….

 

… il sogno non porta ai Mari del Sud…

 

 

severini2

Ecco

tu passi di là dal vetro

     oltre la bellezza –

la storia ti possiede ne sei illuminata

 

.…ma a che serve tutta questa luce?

 

 

Form-Spirit Transformation, 1918_small

 

S . D . A . , 19 . 11 . 2008

 

 

 

 

 

 Not_I

 

 

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:10.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
line-height:115%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-language:EN-US;}

 

 

Con citazioni da:

 

Guido Gozzano, La Signorina Felicita, VII

Giuseppe Ungaretti, Il Dolore, Elegia

Eugenio Montale, Mottetti I, III

Salvatore Quasimodo, Già la pioggia è con noi

Alfonso Gatto, Lelio, VI

Leonardo Sinisgalli, Rue Sainte Walburge

Mario Luzi, Sulla Riva I

Giorgio Caproni, Scalo dei fiorentini I

Cesare Pavese, I Mari del Sud,Atlantic Oil IV

Pier Paolo Pasolini, Le Ceneri di Gramsci

Elio Pagliarani, Oggetti e argomenti per una disperazione

Antonio Porta, Aprire I

Nanni Balestrini, Tape Mark

        Luciano Erba, Terra e Mare  III, Incompatibilità IV

 

 

 camillepissarrolordshipda1

 

Le illustrazioni sono di Scalarini, Warhol, Balla, De Chirico, Severini, Beckett, Pizarro

 

 

Annunci

4 thoughts on “

  1. Magnifico!

    Colori di ali, colori dei mari del sud, solo i mari del sud hanno la vita eterna della notte, della prateria, solo i mari verdi schiariscono il cuore dei fanciulli.
    Colori d’amore sperduto nel canto
    del mare giallo d’estate, solo i mari del sud bruciano la testa dei viaggiatori d’altro tempo,
    solo i nomi di lingua sconosciuta
    muiono in prateria blu.
    Colori d’erba salata, di lacrima verde in mare di sud,
    sono all’orrizzonte di Campania,
    piangevo mare lontana magia pomeridiano, mi annego in mare di sud senza fiore di sete.
    Sono alla labra di un mare, di un pino lasciato al vento verde, prateria d’acqua, in dolore marina.

    veroni

    Passo l’informazione: Francesco Forlani ha scritto un libro su Pavese in ancora mediterraneo: autoreverse

  2. Bentornata, Véronique….

    iersera ho appena finito di leggere AUTOREVERSE, di effe effe…

    Sì, scriverò di questo romanzo leggero, d’una verve e d’uno stile elegante, (non inganni qualche – giusta – concessione all’ espressione “forte” qua e là) moderatamente “camp”, sospeso tra Pavese e Conan Doyle, Esther Williams e le sorelle Dowling, uno stile minimalista, fatto di una lingua intessuta di eleganza francese e dialetto locale, (snob) quanto basta per ri- accendere l’interesse non solo su Pavese ( e già questo è un grandissismo merito) – ma anche per “attizzare” l’attesa per una prossima prova – completamente fictional – dell’ autore…

    Insomma , viva Cocchinone /François…. viva effe effe!

    Lo proporrò ai ragazzi dell’arci e a P.G. per Un Libro Un Vino…. (effe effe permettendo!)

    A te un saluto e un benritrovata!

    Saldan

  3. Ero in assenza perché ero ammalata, sono ancora ( angina e bronchite), e avvevo molto lavoro alla scuola: è il termine del trimestre.
    Sono che contenta per la tua lettura.
    Devo aspettare un po’, il libro arriverà in tre settimane da Amiens.
    Povero libro che va lasciare Italia per venire in Francia…

    Baci e buona serata.

    veroni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...