Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

ESILIO

deren_skull2

Che venga a lui l’albero verdissimo
il ciliegio, il limone, la palma,
ogni forma di vita e di anima
nella sua stanza


che venga a lui il cavallo
ampio nel ricordo
il mare in un respiro
quando il sale ha il miraggio
della libertà.


Basta una parola per inventare
un sorriso, una parola amica,
che venga a lui il primo vento,
la prima città, la prima voce.


L’esilio non è le forma dell’isola
e’ il centro della terra gelata
quando la voce è prigioniera.


La lingua dell’esilio non ha sapore di vino
ha la bellezza di un rimpianto.

 

terra

Véronique Vergé

 

 

(Pubblicato 17 Giugno 2009 alle 17:18 | su  Nazione Indiana)

 

Annunci

One thought on “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...