MUSTAFA
 
di Franco Arminio
franco_arminio  1
 
metto qui una poesia scritta molti anni fa per un amico bosniaco che trovò rifugio e morte a bisaccia. la dedico ai sei militari morti a kabul.
NOTTE DI GAZA (NC)
**
settembre ci ritrova in un piattino
d’acque scure
con la prosa povera delle acacie
il grillo di carbone
le anime rafferme o addormentate.
in questi giorni di cui nessuno è lieto
l’aria è disadorna
e noi siamo estraniati da ogni ardore.
né docile, né servo all’agonia
il pittore di sassi ha un filo di fiato
per tenere a bada la morte,
nient’altro.
la nera stella dei balcani è in frantumi
e lui deve stirare uno ad uno i suoi respiri
la sua ultima biancheria.
la tavola del mondo è inospitale.
un dio barbaro getta i sassi
dal cavalcavia.
INCURIA (NC)
Written by Arminio in www.comunitàprovvisoria.worpress.com il  17.9.2009
 
Annunci

One thought on “

  1. La nera stella dei balcani viene adombrare e illuminare la nostra vita,
    senza guerra, ma bruciata in un incendio che si vede da lontano.

    Franco Arminio mette il lettore nel posto desolato, senza arma, solo in communicazione con la poesia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...