CHI COMANDA, LA NOTTE,

LA REPUBBLICA ITALIANA?

 

 

 

 di Andrea Di Consoli

terra

 

 

Chi comanda, la notte,

la Repubblica italiana?

Le luci degli uffici sono spente,

i computer disconnessi

– solo, lampeggiano

piccoli punti colorati -,

il Palazzo del Governo è sbarrato,

il Parlamento divorato dalle ombre.

Chi veglia, la notte,

sulla Repubblica Italiana?

Gli archivi sotterranei sono chiusi a chiave,

i faldoni e le carte s’impregnano di buio,

i processi vengono lasciati sulle scrivanie

– e, alle 3 di notte,

tutti tornano ad essere innocenti.

Esiste ancora, la notte,

la Repubblica italiana?

Nei Ministeri vuoti s’ odono lievi rumori,

i Senatori russano nelle camere d’albergo,

i Giudici, nel dormiveglia,

si rigirano nel letto.

Anche negli studi della Televisione di Stato

Gli uomini della vigilanza

s’assopiscono nelle macchine,

come bambini pieni di sogni.

Così, la notte, la Repubblica italiana,

senza Governo, galleggia sulle tenebre,

comandata dagli spiriti dei morti,

e dai fantasmi insonni di un lungo passato.

 

Reparto n.2 (Giorno dopo giorno, a Roma) da QUADERNO DI LEGNO

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...