UN PICCOLO GRANDE LIBRO

 
 
 
 
CARTOLINE DAI MORTI
 
di Franco ARMINIO
 

cover_arminio_cartoline_web

 

La vita vista da dietro, dalla morte, si riduce a poche cose: una luce sul comodino, un  barattolo di caffè,un maglione verde,le prime rose, unatorta di compleanno, un solitario,le rondini che fanno avanti e indietro, una donna sconosciuta…
In 128 racconti dalla forma unica, Franco Arminio ci dà un resoconto ironico e fulminante dei tanti modi di morire inviandoci cartoline da un posto sconosciuto, spedendoci di volta in volta un soffio impercettibile, una leggera pena, una vertigine, una sorpresa. Un nuovo concentrato Spoon River.”
 
(Dalla quarta di copertina )

CAIRANO 15.3.2009 F.IADAROLA

(foto di Federico Iadarola)

 
Pure io,sì pure io.               
 
E’la cartolina finale, quella che suggella questo piccolo grande libro. La sua cifra: massima sottrazione, massima espressione. Folgoranti piani sequenza dove ciascun personaggio dichiara il proprio esistere nell’attimo in cui dissolve, come aleggiando da un immediato dopomorte.

Nell’ora fatale ciascuno, come per uno squarcio di luce improvvisa, mostra la ferita della propria esistenza,in un tragico, grottesco – e a volte drammatico – susseguirsi di microstorie suggerite in una frase, una parola.

Una nuova forma-romanzo, direi. Scarnificata dalle strutture, ridotte a orpelli altrove.

Il romanzo poetico di una nuova Spoon River. Una Spoon River che non ha il desolato rimpianto del testo di Lee Masters, ma l’asciutta evidenza delle istantanee e un humor nero appena rattenuto, il segno d’un Arminio che, rispetto a “Circo dell’Ipocondria”, ha fatto passi da gigante nel personale sforzo di dar vita artistica compiuta ai fantasmi della propria ipocondria.

Per dirla con Fabio Nigro, un Arminio che la morte se la mette in tasca. Da quell’intemporale dopomorte che è la vita e la forza dei personaggi di queste CARTOLINE DAI MORTI.

Da leggere. Imprescindibile.   
   

cover_arminio_cartoline_web 
Franco Arminio
CARTOLINE DAI MORTI
gransasso nottetempo, 2010 € 8,00
 
                      


Questa sera presentazione in anteprima:

19.30, hotel Civita di Paolo Bruschi
Atripalda (Avellino)
lettura delle Cartoline dai morti           
insieme all’autore legge Elda Martino

 

Annunci

5 thoughts on “

  1. Grazie per avere segnalato il libro poetico di Franco Arminio, un poeta che amo particolarmente, perché è l'anima del suo paese, il centro vitale dell'Irpina. La sua universalità fa eco fino in Picardia.
    Leggendo la poesia di Franco Arminio, mi sembra meglio conoscere la mia anima.
    Un saluto amichevole, a te, Salvatore.
    Dovrei dedicare più tempo al tuo blog, perché in questo momento mi sento connessa a quello che succede in Campania. Ho innescato un romanzo in francese, tramitte lui, posso dire, inventare, parlare di questo paese che parla al mio cuore.

  2. Ma non Saldan! Vengo in Italia quest'anno e mi procuro il libro. Ci tengo!
    Comunque grazie per la tua gentilezza, come di solito.
    Buona giornata a Succivo.

    Un abbraccio,

    véronique

  3. Letto tutto d'un fiato, ieri sera, prima di dormire 🙂
    certo non sarebbe la lettura appropriata, prima di dormire…ma devo dire che l'ironia che vi ho trovato, la profonda consapevolezza del dire…la stilettata concentrata nelle brevi, visionarie righe…mi ha fatto prendere la cosa bene…nel senso che vi ho colto "l'altro sguardo", lo sguardo dell'autore che si vede da fuori, che si vive da fuori, ed è una scoperta che tocca tutta l'esistenza, non solo gli ipocondriaci.
    tocca la morte come andrebbe toccata, come un'evento più che naturale, gia stampato nel nostro DNA.
    divertente quando parla come fosse nato donna, quando inserisce un'età, sempre maggiore della sua, quando riporta esempi "quotidiani" come questo:

    A  me di tutte le cose che c'erano nel mondo mi manca solo l'aria. Forse per questo l'ultima cosa che ho detto a mia moglie è stata di aprire la finestra.

    Veramente una nuova spoon River…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...