SONETTO P(R)OSCRITTO E PRESCRITTO

 

 

 

 

 

Il cammino degli infermi quel passo
claudicante nel mondo del virtuale
in un tempo iniquo cieco portale
che rende sordomuti qui nel chiasso

azzurrino degli schermi è un masso
rotolante per il clivo spinale
d’una casa ubiqua e ara tombale
di coloro che più non hanno il passo

ma nel museo delle porte chiuse
l’infermo è colui che fa ancora schermo
all’acqua all’aria alla terra ed al fuoco

e resta fermo al sempiterno giuoco
di non mettersi in cammino confermo
“cielo a raso sbarrate quelle chiuse!”

 

S.D.A. 5.7.2012